La proposta di utilizzare i pattini nella scuola rispetta il principio che la formazione motoria del fanciullo deve essere quanto più possibile ampia e multilaterale. Con il presente progetto di collaborazione, che ricalca nelle linee generali i progetti della commissione scuola della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio, la polisportiva PIEVE 010 si pone al servizio dell'istituzione scolastica per contribuire -sul piano educativo e mediante la prima alfabetizzazione motoria del fanciullo- al fine ultimo della scuola: la formazione dell'uomo e del cittadino. Le varie attività intendono favorire, attraverso semplici esperienze di pattinaggio, le attività motorie e di gioco-sport tramite una educazione finalizzata anche alla presa di coscienza del valore del corpo inteso come espressione della personalità e come condizione relazionale, comunicativa, espressiva ed operativa. Pattinare è un'attività di destrezza ed in quanto tale il livello raggiunto di sviluppo delle capacità coordinative ne condiziona l'apprendimento. A loro volta, però, le capacità coordinative vengono sollecitate dall'utilizzo dell'attrezzo e dalla particolarità che lo contraddistingue e quindi, in generale, dall'attività del pattinare. Il pattino, prima di essere un attrezzo sportivo, è un giocattolo e come tale il bambino lo conosce; imparare a muoversi sui pattini, quindi, mentre rappresenta dal punto di vista del maestro acquisire una nuova abilità, significa per il bambino imparare un nuovo gioco.


Registro Elettronico
Registro Elettronico
IC Vescovato
IC Vescovato